Ricci & Pasticci

Per anni, ragazze mie, ho voluto i capelli lisci….poi ho aperto gli occhi e capito!…Se hai i capelli ricci perchè non li tieni ricci?

Inizialmente non sapevo come gestirli, usavo prodotti non adatti ai miei capelli, le mie amiche avevano i capelli lisci (un dramma non averli come loro), mia madre non mi dava consigli sui ricci, mia nonna che mi diceva: “Pettinali”, internet non c’era e io ero un’adolescente a dir poco disperata con un problema che non era da poco. Immaginate le prese in giro, la scuola, la vita sociale etc etc.

  

Quando mi dicevano “Pettinali”

Ad un certo punto ho visto una luce, la piastra! E la usavo tutti i giorni, rovinandoli inevitabilmente.

Come se non bastasse ho sempre amato i capelli corti ma non potevo farmi un taglio corto, ho provato più di una volta ma niente, perchè il riccio non sapevano valorizzarlo neanche i parrucchieri. Tagliavano non tenendo conto del volume e di come avrei potuto gestirlo a casa da sola. D’altra parte lo stereotipo era il capello liscio oppure un mosso blando o se proprio un riccio ma lungo e gonfio.

  Anni ’90 e la moda di quel tempo

Avete presente la canzone di Nicolò Fabi, Capelli? Ecco racchiude la situazione del tempo. I miei capelli nei favolosi anni ’90.

Per fortuna oggi la situazione è diversa, i parrucchieri si sono specializzati per affrontare ogni esigenza e guardate un po’ anche il famigerato “Riccio”, i prodotti sono mirati per il tipo di capello, oggi vengono apprezzati finalmente!!!…e…ragazze…noi ora abbiamo internet che è una salvezza!l’avessi avuto al tempo!

Eppure non è che vivevo l’adolescenza negli anni 60 eh! Ma torniamo a noi.

Esempio di oggi …capelli ricci corti…incredibile, è fattibile poterli avere corti!

Dobbiamo distinguere la prima cosa fondamentale, che tipo di riccio abbiamo e procedere di conseguenza.

Secondo step: dobbiamo valutare se li abbiamo secchi o grassi, se sono trattati (colorati) o meno.

Come trattare i ricci dal lavaggio allo styling

Premetto che la mia haircare routine è bio e vi mostrerò dei prodotti biologici, ma ognuno di voi sceglie i propri prodotti del cuore.

  • Non lavate i capelli troppo spesso perchè potete renderli più crespi ed elettrici, questo perchè rimuovete anche gli oli naturali del capello.
  • Idratiamo i nostri capelli e facciamo impacchi pre-shampoo con i prodotti che preferite, io a volte utilizzo delle maschere comprate e altre volte creo il mio impacco con vari ingredienti e prodotti che ho in casa (ad esempio olio di cocco, miele, olio di mandorle dolci).

Maschera per capelli Biomarina

  • Fate scrub al cuoio capelluto regolarmente (io alterno impacchi e scrub), in quanto elimina le impurità favorendo l’ossigenazione dei bulbi.

Scrub Cuoio Capelluto Alkemilla E.12.90

  • Utilizziamo sempre shampoo e balsamo adatti al riccio o alla tipologia di capello. Il balsamo tenetelo in posa 5 minuti e non 30 secondi 😉
  • Una volta lavati potete fare il risciacquo acido che consiste nell’eseguire l’ultimo risciacquo con acqua e aceto di vino o di mele, oppure esistono prodotti già pronti come quello di Maternatura o Sezione Aurea. Li renderà lucidi e morbidi.
  • Una volta aver sciacquato bene i capelli tamponateli o avvolgeteli (come preferite) in un panno preferibilmente in microfibra o in cotone. Questo è un passaggio importante. Evitate di toccarli eccessivamente e tamponate seguendo il riccio.
  • Oppure potete fare il famoso plopping, ovvero una tecnica per togliere il crespo, che consiste nel raccogliere i capelli dopo averli sciacquati, leggermente tamponati e dopo aver applicato la vostra crema ricci, in un turbante non in spugna. lasciate in posa il tempo necessario e poi asciugate.
  • Usate sempre un termoprotettore prima dell’asciugatura.
  • Per lo styling (che facciate o plopping o meno) applicate il vostro prodotto preferito, dal gel ai semi di lino che fate in casa alla vostra mousse del cuore. C’è chi usa la birra, chi il gel d’aloe. Ultimamente sto provando il gel di alkemilla e la crema di gyada e mi sto trovando bene con entrambi.

Crema per lo styling del riccio

Ho provato “valanghe” di prodotti, ce ne sono tantissimi validi ma è molto soggettivo, quello che piace al mio riccio magari non va bene per il vostro.

Un altro step fondamentale è l’asciugatura. Usate tassativamente il diffusore. Se avete un riccio omogeneo procedete, altrimenti, potete applicare prima delle mollettine per sistemare le ciocche (il mio riccio sul davanti non è uguale al dietro e questo perchè lo stresso di più. In questo caso le mollettine aiutano per la piega) e asciugateli. Che tipo di phon usare è un discorso a parte, chi ama il parlux chi il dyson, chi remington o imetec e chi un phon qualunque. Dipende dal vostro budget.

I Parlux li potete trovare dai 65 euro in su

Dai 300 euro in su

Durante i giorni a seguire potete ravvivare il riccio con dei prodotti appositi, come i cristalli o il gel d’aloe ma il consiglio fondamentale è per la notte.

Di notte infatti non li lascio sciolti ma li raccolgo in modo molto morbido (tipo ananas) altrimenti darebbe fastidio, con degli elastici appositi. Devo dire che mi aiuta a tenere ben definito il riccio nei giorni, è una scoperta che ho fatto qualche anno fa e da allora uso questa tecnica. Alcune ragazze usano la federa del cuscino in seta e li tengono sciolti, oppure usano un turbante in seta o raso in testa. Anche qui dipende dalle preferenze.

Questi piccoli elastici fanno la differenza e li trovate ovunque

Inutile dirvi che nei famosi anni ’90 li lavavo, li strizzavo nel primo asciugamano utile, un po’ di spuma che allora, a seconda della scelta, non ti manteneva il riccio oppure ti faceva i ricci talmente rigidi che quando li toccavi li rompevi (le uniche in commercio erano terribili) e li asciugavo con un phon a caso senza diffusore. Se aggiungete a tutto questo un taglio assurdo, il risultato non era dei migliori!

Vi lascio come sempre alcuni siti da poter consultare

www.ogniricciounbiocapriccio.it

www.capelliricci.it  

www.ricciomatto.it 

Spero di esservi stata utile!

A presto riccioline e se avete dubbi potete scrivermi a: info@vanillaecannella.it

About Author

Leave a Comment

Vieni a trovarci in negozio

aperti Lunedì dalle ore 16 alle ore 19 | dal Martedì al Venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 19 | il Sabato dalle ore 10 alle 13

+39 392 413 6133
info@vanillaecannella.it
Via Aristide Leonori, 85 - 00147 Roma (IT)

P.iva 14678411001